Animal Defenders International

 

Animal Defenders International

Risposta alla dichiarazione del Comitato Direttivo Scientifico dell’UE

Posted: 16 July 2007

sull’utilizzo dei primati non umani (PNU) nella ricerca biomedica

1

Resoconto per i Membri del Parlamento Europeo

Il Comitato Direttivo Scientifico (CDS) dell’Unione Europea produsse nel 2002 una relazione circa l’opinione scientifica sull’utilizzo dei primati non umani (PNU) nella ricerca biomedica. Il documento, contenente una serie di dichiarazioni sulla ricerca scientifica compiuta sui PNU, ha trasformato il processo decisionale dell’UE in merito alla questione.

Questo resoconto, stilato da Animal Defenders International (ADI), National Anti-Vivisection Society (NAVS) e Lord Dowding Fund for Humane Research (LDF) per i Membri del Parlamento Europeo, tratta delle dichiarazioni del CDS approfondendo l’opinione scientifica odierna sulle questioni sollevate e le basi scientifiche per l’adozione di alternative non animali nella ricerca biomedica.

Le dichiarazioni del CSD sono riportate, seguite dalla risposta di ADI/NAVS/LDF.

1. Sezione “Dichiarazione” del Comitato Direttivo Scientifico

2. La posizione del Comitato Direttivo Scientifico & Risposta di ADI - innocuità ed efficacia/differenze di specie

3. I cinque esempi di malattie fonte di preoccupazione del Comitato Direttivo Scientifico

CDS: problemi affrontati nello sviluppo di vaccini o sostanze terapeutiche:

Il CDS includeva la ricerca sulla TSE nell’introduzione, citando la ricerca su queste encefaliti a giustificazione dell’utilizzo di primati non umani nella ricerca:

Bibliografia

© Animal Defenders International 2019